IPM 2017


IPM 2017

Un vivo ringraziamento a tutti coloro che hanno investito il loro tempo per farci visita allo stand EAZYCUT – Hortihands di IPM 2015 ad ESSEN.

E’ stata una occasione molto importante di incontro con i nostri clienti e potenziali tali.

Assieme siamo riusciti a condividere strategie e a pianificare al meglio i tempi di intervento per una proficua collaborazione nell’anno in corso.

E’ stato per me molto importante potervi ascoltare e imparare da ognuno di voi le difficoltà che incontrate nel adattare la produzione alle sempre maggiori esigenze di controllo e contenimento dei costi.

Io credo che l’automazione sia un passaggio irrinunciabile, a suffragio di questa mia convinzione si può vedere in tutti i settori dell’industria come l’evoluzione sia sempre passata per una maggior introduzione di macchine e la conseguente eliminazione di possibilità di errore in operazione monotone e ripetitive. Dove prima c’erano le catene di montaggio con file di operai ora c’è solo un capotecnico che interviene solo in caso di fermata della linea robotizzata.

Anche in agricoltura, per restare in un ambito più vicino al vivaismo, si assiste alla introduzione di macchine operatrici sempre più grandi e sempre più performanti che richiedono sempre meno la presenza di forza lavoro “umano” e riducono sempre più i tempi di lavorazione.

Prendiamo per esempio una vigna: una volta si coltivava la vigna col sistema più diffuso e unanimemente più utilizzato che era la coltivazione a pergola. Per vendemmiare, con questa particolare sistema di impianto, si assoldavano eserciti di stagionali e gli si imponeva di fare molta attenzione nella raccolta dei grappoli, non disperdere gli acini e in pochi giorno dovevano raccogliere tutta la produzione pena la difformità di grado zuccherino dell’uva.

Ora si coltiva la vigna a spalliera e si raccoglie l’uva con una macchina.

Vi è stata una evoluzione nella fase di raccolta dell’uva ma vi è stata anche una evoluzione nelle diposizione della vigna. Ora in qualsiasi zona si coltivi la vigna vi cedono solo pali bassi e verticali. L’impianto a spalliera ha completamente sostituito la pergola, per far posto alla meccanizzazione. Minor tempo, minor problemi di gestione, minor problemi logistici nella filiera di produzione.

Vi è stata una evoluzione che nel vivaismo ha toccato solo poche fasi del ciclo di produzione.

La potatura è ancora una di quelle fasi che permette di migliorare la redditività del prodotto, sia da un punto di vista strutturale che economico.

Strutturale perché una potatura leggera ma costante forma la pianta e la rende più forte. La forma a tal punto che nei paesi del nord Europa iniziano a chiamare le piante a sfera potate a macchina “effetto palla di neve”.

Si perché le piante potate a macchina riempiono in modo più uniforma la chioma e quando nevica le foglie sono così compatte che la neve vi si ferma sopra come se fosse un unico piano di appoggio, creando proprio l’effetto di una palla di neve.

Per quanto riguarda invece le potatrici a taglio raso lineare EazyCut il discorso non cambio, in quanto la spuntatura frequente, cosa che non è mai stata fatta proprio perché troppo antieconomica, permette alla pianta di crescere in modo del tutto naturale ed ecologico.

Due persone fanno il lavoro che fino a non poco tempo fa era necessario impiegare una squadra intera di stagionali. Se poi pensiamo che studiamo telai di ogni forma e dimensione per venire incontro alle più disparate esigenze, e  disparate richiesta è un eufemismo, con poche risorse si eseguono operazioni che dovrebbero entrare nella normale gestione periodica del vivaio.

L’evoluzione stessa dei telai di supporto conferma la tendenza sempre crescente nell’utilizzare le nostre macchine anche in campo aperto con sempre maggiore soddisfazione a tal punto che molti clienti si chiedano come potevano fare senza prima.

Per tornare agli incontri avuti in IPM debbo dire come gli stessi problemi si stanno paventando in ogni angolo del globo e che l’interesse dimostrato da parte di quei paesi, si in via di sviluppo, ma già votati alla gestione industriale del vivaio mi ha permesso di raccogliere  molte testimonianze che di sicuro mi saranno utili per l’evoluzione delle prossime proposte.

Se ritieni che ti sia utile scambiare due chiacchiere sulla possibilità concreta di inizare a strutturare la tua produzione in modo da risparmiare ore di lavoro, ore di gestione ed ore di ……… compila il modulo qui sotto, sarà per me un piacere poterti ricontattare la più presto.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Seleziona la potatrice a cui sei interessato (richiesto)

EazyCut 1200 – 1600 V8EazyCut Frame RapEazyCut RAP 500Potatrice Rap 10Potatrice Rap 11Altro

Oggetto

Il tuo messaggio

Privacy policy

Ho preso visione e autorizzo il trattamento dei miei dati personali secondo il D.L.196/2003 e Regolamento Ue 2016/679 per poter soddisfare le mie richieste. (richiesto)

   Voglio iscrivermi alla newsletter per rimanere aggiornato sulle novità da questo sito e ricevere anche eventuali opportunità commerciali

captcha Inserisci qua sotto il codice visualizzato

IPM 2017 ultima modifica: 2017-02-03T16:27:51+02:00 da pietro