Automazione nel vivaio avanza a passi da gigante


La produzione di piante ornamentali richiede grandi quantità di manodopera manuale, con oltre il 30% dei costi di produzione.

Una ricerca approfondita per individuare chiaramente l’ampiezza delle sfide strategiche che si trovano ad affrontare nell’industria del vivaismo sono centrate sulla continua necessità del settore di ridurre i costi di produzione e risolvere con successo i problemi relativi ai tempi di lavorazioni.

L’utilizzo dei macchine sempre più specifiche comporterà notevoli miglioramenti operativi in tutte le fasi di produzione del vivaismo.

Anche la potatura, fino ad ora sottovalutata, incide in modo considerevole sui costi di produzione.

L’incidenza della fase di potatura ha molteplici aspetti che solo da una analisi approfondita rivelano la buchi efficienza impensabili fino a poco tempo fa.

Se si raffrontano ad esempio gli investimenti nella meccanizzazione di un vivaio fino ad ora la potatura non era neppure presa in considerazione.

I motivi erano sostanzialmente legati alla facilità con cui si sopperiva con abbondanza di mano d’opera stagionale a basso costo, i tempi relativamente gestibili senza particolari urgenze sulle scadenze, alla poca rilevanza della qualità dell’operazione in quanto ci si poteva permettere la perdita di alcune unità sulla molteplicità della produzione.

Al giorno d’oggi però, con l’attuale competitività dei mercati, bisogna ottimizzare ogni singola fase della produzione per cui anche le lavorazioni tradizionalmente “trascurate” devono essere soggette a attente misurazioni in termini di ore e personale.

Riporto qui di seguito la tabella che riassume i vantaggi della introduzione della automazione anche in vivaio:

Benefici

Riduzione dei costi

Riduzione dei rischi

Aumento della qualità

Riduzione dei costi di gestione del 50%:

si

Migliorare il controllo dei costi nel medio lungo periodo

si

Minor dipendenza dalla disponibilità dei lavoratori

si

si

Una migliore conformità all’uniformità di produzione

si

si

Migliorare la sicurezza dei lavoratori

si

si

Meno suscettibili alle modifiche delle leggi sul diritto del lavoro

si

si

Meno suscettibili ai cambiamenti delle leggi sanitari

si

si

Più flessibilità di manipolazione delle piante

si

si

Maggior controllo nell’erogazione di acqua, pesticidi e erbicidi.

si

si

Ecco come anche all’estero si stanno accorgendo dell’efficienza della macchine nella potatura:

La differenza sarebbe intere squadre di lavoratori curvi a tagliare più o meno ad occhio ed in modo preciso i diametri delle piante.

Con l’estrema competitività dei mercati non è più possibile non avere una produzione standardizzata per diametri effettivamente sferici e uniformi da anno in anno.

Il vantaggio competitivo dell’automazione anche nella potatura permette di garantire al centimetro i diametri promessi per l’intera produzione, anche nel tempo a venire.

Solo con l’introduzione delle macchine potatrici si facilita la gestione delle squadre di operatori. All’estero già lo fanno.

Solo conoscendo dettagliatamente i costi si appezzano i vantaggi nel medio – lungo periodo.

Per aumentare i margini di guadagno bisogna ridurre i costi, quante volte si è sentita e si sentirà questa frase. Se non si conoscono i costi come è possibile valutare quanto ridurre i costi.

A questo punto non ci sono più dubbi, per ottimizzare sia la produzione che i costi si deve valutare l’introduzione delle macchine in ogni fase delle lavorazioni in vivaio e la potatura non fa eccezione.

  1. Quante piante sono in produzione che hanno bisogno di essere potate?
  2. Quante volte all’anno si devono potare?
  3. Quante persone adesso sono impegnate per potare tutte le piante?
  4. Quanto ore impiegano adesso gli addetti per potare l’intera produzione?
  5. Quanto è il costo medio della manodopera specializzata e non specializzata per la potatura?

Queste sono le domande a cui ogni imprenditore deve dare una risposta prima di valutare l’inserimento delle potatrici in azienda.

Se hai già una risposta possiamo esserti utile per trovare una soluzione.

Il tuo nome e cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Inserisci il costo orario dei lavoranti:

Immetti quante ore al giorno un uomo impiega per potare e pulire :

Immetti quante persone impieghi per la potatura e pulizia:

Immetti quanti giorni impieghi per potare e pulire:

Immetti quanti cicli di potature e pulizia esegui all'anno:

Ho preso visione e autorizzo il trattamento dei miei dati personali secondo il D.L.196/2003 e Regolamento Ue 2016/679 per poter soddisfare le mie richieste. (richiesto)

captcha Verifica che sei davanti al pc e non sei un programma spia:

Automazione nel vivaio avanza a passi da gigante ultima modifica: 2017-08-29T11:27:16+02:00 da pietro